LONG WEEK END dal 29 al 31 LUG 2022

Subiaco, Montefiascone, Pitigliano
Cascate delle Marmore
Terme di saturnia
Lago di Bolsena

VEN 29 LUG Partenza in mattinata per Subiaco. Arrivo a destinazione, SUBIACO, Perla dell’Aniene custode di tesori inestimabili, come i monasteri benedettini famosi in tutto il mondo. Subiaco è un antico borgo medievale del Lazio, adagiato su uno spettacolare colle roccioso nell’alta Valle dell’Aniene; i Monti Simbruini, disseminati di querceti e faggeti, regalano scorci paesaggistici davvero incredibili, che fanno da cornice al centro. Visita del Monastero di San Benedetto, uno dei più significativi luoghi spirituali per la Chiesa. Edificato quasi mille anni fa, ha il compito di custodire la grotta in cui il giovane Benedetto da Norcia trascorse un periodo di vita eremitica, prima di dedicarsi alla vita cenobitica. Oggi come allora, il Sacro Speco pone il visitatore a cospetto dell’intensa e coraggiosa scelta spirituale del giovane Benedetto. Si prosegue per Montefiascone VT, arrivo a destinazione. MONTEFIASCONE il borgo del vino delle Tuscia, si erge, con la sua Torre e la grande cupola del Duomo, al di sopra del lago di Bolsena. Il nome richiama il termine “Monte Fiascone” e rimanda immediatamente ai vigneti che ricoprono il suo territorio e al pregiato Est! Est!! Est!!!, vino bianco D.O.C., famoso in tutto il mondo. Grazie alla posizione dominante rispetto al lago, possiede delle viste così belle che gli hanno valso il nome di Belvedere della Tuscia. Dal centro abitato infatti è ben visibile il Lago di Bolsena e da diversi punti si possono ammirare dei panorami mozzafiato. Al termine della visita, trasferimento in hotel.
SAB 30 LUG Mattinata alle bellissime CASCATE DEL MULINO TERME DI SATURNIA. Un luogo magico nella Maremma Toscana tutto da scoprire, che si è creato naturalmente, grazie all’azione di una cascata di acque solfuree termali e generata dal torrente termale del Gorello, unico per le proprietà delle acque termali, per le piscine calcaree originate dalla cascata e per la natura circostante. Trasferimento a Pitigliano GR, arrivo a destinazione. PITIGLIANO l’antica città del tufo, nel cuore della Maremma Toscana. Arroccato su un blocco di tufo, racchiude una storia millenaria, località di rara ed unica bellezza, un posto meraviglioso. Pitigliano, infatti, fa parte di un’area meglio conosciuta come “borghi del tufo”, situata vicino al confine tra Toscana e Lazio. É nota come la Piccola Gerusalemme per la storica presenza della comunità ebraica, importanti testimonianze, come la Sinagoga al centro dell’antico Ghetto. Annoverata tra i Borghi più Belli d’Italia ha antichissime origini. Abitata sin dal neolitico, Pitigliano conserva intatta la sua bellezza storica, resa famosa dalla presenza di uno dei più bei palazzi nobiliari italiani: il trecentesco palazzo Orsini. Rientro in hotel a Bolsena, passeggiata libera al bellissimo Lago.
DOM 31 LUG Mattinata alle spettacolari CASCATE DELLE MARMORE, arrivo a destinazione e a una delle cascate più alte di tutta l’Europa, inserita in un grande parco naturale. La cascata offre uno spettacolo incantevole, l’acqua scende facendo tre salti e percorrendo un dislivello totale di circa 165 m. Il nome deriva dai sali di carbonato di calcio presenti sulle rocce che sono simili a marmo bianco.Rientro a Bari, previsto in serata.

Week and 28/29 MAG 2022

FORESTA UMBRA Jeep Safari
Peschici, Rodi Garganico, Vico del Gargano

SAB 28 MAG Partenza per Peschici, arrivo a destinazione e visita di PESCHICI il borgo antico è uno dei più suggestivi paesi del Gargano e vanta origini arabe ancora visibili con le cupole delle sue case bianche del centro storico, fatto da stretti vicoli scavati nella roccia, da botteghe artigiane, da taverne, da scalinate ripide che scendono verso il mare e piazzette caratteristiche che offrono un panoramico affaccio sull’Adriatico come quello suggestivo del Belvedere del Recinto Baronale. Tempo a disposizione per lo shopping, trasferimento a Rodi Garganico pomeriggio in spiaggia, di sabbia fine e dorata, pernotto.
DOM 29 SETT In mattinata visita di RODI GARGANICO, Perla del Gargano, bella e caratteristica località balneare, fa parte del Parco Nazionale del Gargano è stata più volte insignita Bandiera Blù, il paesino è caratterizzato da stradine che denunciano le origino greche e conservano alcuni tratti tipici dei borghi medievali. Partenza per l’escursione in jeep per SAFARI NELLA FORESTA UMBRA. Si consiglia di munirsi di scarpe chiuse e pantaloni lunghi. Questa intensa esperienza sensoriale è possibile stando comodamente seduti nelle Land Rover Defender e a tratti, all’aria aperta. La Foresta Umbra, unica foresta del sud, ricca di grande quantità di varietà di piante, molte delle quali, non sono tipiche di queste latitudini e che vediamo ad altitudini assolutamente fuori canone. Da settembre 2017, grazie ai suoi maestosi faggi, è diventata patrimonio dell’UNESCO. La presenza di sentieri, di “cutini” (raccoglitori di acqua piovana destinata all’abbeveraggio degli animali selvatici), di un arboreto didattico, della riproduzione di un’antica carbonaia e del patrimonio testimoniale raccolto nel “centro visite”, esaltano un antico e compatibile intervento dell’uomo in questo meraviglioso ambiente naturale. Seguendo la sentieristica, si possono ammirare anche doline carsiche (qui, sul Gargano c’è la maggior concentrazione d’Europa) e il luogo dove esiste la maggior densità nazionale di tassi, detti: “gli alberi della morte”. Boschi Secolari i variegati boschi secolari, permettono di fare un distinguo con la foresta ed offrono panorami mozzafiato. Suggestiva la visione delle “piscine”: raccoglitori di acqua piovana che l’allevatore dà da bere agli animali domestici. Qui è possibile incontrare in libertà mucche, cavalli, maiali, ma anche cinghiali, faine, caprioli e daini. I Canyon la parte più interessante del torrente Romondato si sviluppa nel territorio di Ischitella ed offre al visitatore spettacolari canyon, uno spaccato di inestimabile valore orologico del Gargano. Si possono ammirare stratificazioni di calcare e silicio, con le rare “stratificazioni curve, ondulate ed a girella” e gli imperdibili e perfettamente sferici “geodi di silicio”.Si prosegue per VICO DEL GARAGANO, arrivo a destinazione e visita del paesino inserito tra i Borghi più Belli d’Italia che sorge nel cuore del Parco Nazionale del Gargano e si distingue per la piacevole varietà del suo paesaggio con la sua folta vegetazione di abeti e faggi e la zona costiera con spiagge ricca di pini di antiche piante di olivo e di profumati alberi d’agrumi. Rientro a Bari, previsto in serata

01 MAGGIO 2022

GESUALDO La città del Principe dei Musici

SANT’AGATA di PUGLIA Il Balcone delle Puglie

In mattinata partenza per Gesualdo; arrivo a destinazione alla Città del Principe dei Musici Carlo Gesualdo. Visita del Castello. Situato al centro del paese, il CASTELLO DI GESUALDO di origini longobarde, fulcro del borgo antico che domina l’abitato dall’alto e dona una visuale mozzafiato, segnandone il panorama di scorci incantati dai riflessi quasi fiabeschi. Un ampio viale conduce fino alla sommità della rocca dalla quale si espande una suggestiva veduta panoramica su Gesualdo, sull’Alta Irpinia, sulla Valle del Calore, il complesso montuoso del Partenio e sui Monti del Sannio. Si prosegue con la passeggiata guidata nel cuore del borgo antico, insignito tra i BORGHI PIÙ BELLI D’ITALIA, Gesualdo è un affascinante borgo nel cuore dell’Irpinia raccolto attorno al suo Castello Medievale, vicoli e antichi passaggi ne disegnano il centro storico e si aprono su incantevoli scorci panoramici sulla Valle del Fredane. E’ conosciuto anche con il nome di “Città del Principe dei Musici” in onore di Carlo Gesualdo, l’ultimo importante esponente della polifonia rinascimentale.
Nel pomeriggio visita di SANT’AGATA DI PUGLIA FG uno dei borghi più caratteristici dei Monti Dauni Bandiera Arancione, del Touring Club e Borgo della Letteratura. Sant’Agata, conosciuta come la Loggia delle Puglie per il panorama che si gode dalle sue terrazze dal Tavoliere, al Monte Vulture, fino all’Irpinia in un susseguirsi di scorci naturalistici e boschivi, fino ad arrivare al Gargano e al Mar Adriatico. Tutto il paese è un unico nucleo storico ben curato, con case di pietra e portali adorni di stemmi gentilizi, che costituiscono il Parco Urbano delle Opere in Pietra, sviluppato attraverso i vicoli della cittadina, vero e proprio museo diffuso lungo i vicoli del borgo.
Rientro a Bari previsto in serata.