30 DIC 02 GEN 2023

“Capodanno nella bellissima Emilia, che durante il periodo Natalizio, si trasforma in pura magia. luoghi di capolavori assoluti nel campo dell’arte e della cultura e che si rivelano in tutta la loro bellezza, quando le città si addobbano a festa con luminarie e decorazioni natalizie”

Partenza da Bari arrivo a destinazione e serata libera. Trasferimento a Fontanellato incontro un gioiello storico del parmense, un borgo delizioso che diventa molto suggestivo immerso nell’atmosfera del Natale, ospita una delle rocche più belle del territorio, simbolo della città risalente al XV secolo. Fa parte dei Borghi più belli d’Italia ed è stata insignita anche del riconoscimento “Borghi accoglienti” delle Bandiere Arancioni Touring Club, vanta i titoli di Città d’Arte e Cultura e di Cittaslow. Città del buon vivere e della buona tavola. Si prosegue per Castell’Arquato uno dei Borghi più Belli d’Italia e Bandiera Arancione del Touring Club italiano, situato nel cuore dei Colli Piacentini, è uno degli esempi meglio conservati in Italia del periodo medievale. Il fascino del borgo che nel periodo delle feste natalizie si trasforma in un luogo magico, è caratterizzato dalle strade dai vicoli stretti e mura merlate. Ultima tappa Piacenza nel festoso clima natalizio quando la città risplende di luci e addobbi, è uno scrigno ricco di arte, le sue architetture e le sue meraviglie la rendono un piccolo gioiello da scoprire. In serata festeggiamenti per accogliere il Nuovo Anno con Gran Cenone e Veglione. Il giorno seguente visita di Parma. La città si veste al meglio per le feste. Le vie del centro storico brillano tra le luminarie, un grande albero di Natale troneggia nella Piazza principale. Città d’arte con le sue atmosfere raffinate che evocano una piccola Parigi. Città del teatro e della musica, in cui risuonano le note di Giuseppe Verdi. Città Creativa Unesco per la gastronomia e capitale della Food Valley, da cui hanno origine prodotti che identificano l’eccellenza italiana nel mondo, come il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma e trasferimento a Modena. Sicuramente una delle più belle città d’Italia, in particolar modo quando le vie del centro sono addobbate a festa, gli allestimenti luminosi e gli alberi di Natale posizionati in ogni piazza del centro storico, il Presepe allestito sotto gli abeti di Piazza Grande. Città d’arte con il suo patrimonio artistico, la sola Piazza Grande dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dal 1997, Modena è anche sinonimo di buon cibo, città da dove provengono eccellenze dell’enogastronomia italiano come l’aceto balsamico di Modena, il vino Lambrusco, il Parmigiano Reggiano o il cotechino di Modena è anche la città dei motori, in quanto città natale di alcune delle più importanti case automobilistiche come Ferrari, Lamborghini, Maserati e Ducati. Rientro a Bari.

DOM 06 NOV 2022

Partenza da Bari per Folloni AV km 193, arrivo a destinazione e visita guidata al COMPLESSO MONUMENTALE DI SAN FRANCESCO. Riconosciuto come monumento nazionale, deve il suo nome al luogo in cui si insediò la prima comunità francescana nel 1222, ovvero il bosco Folloni. Secondo una leggenda, alcuni confratelli decisero di erigere in questo luogo una Chiesa dedicata alla Santissima Annunziata, dopo che il Santo di Assisi si rese protagonista di un miracolo avvenuto durante una loro sosta notturna al bosco, sul cammino verso il Santuario di San Michele sul Gargano. Al termine della visita trasferimento a Montella AV km 2, dove parteciperemo alla 38 Edizione della SAGRA DELLA CASTAGNA DI MONTELLA IGP, è un appuntamento autunnale che si svolge nell’incantevole Borgo di Montella, un piccolo paese della provincia di Avellino, in Campania. Nel corso dell’evento, che vede le caldarroste come protagoniste assolute, saranno presenti stand enogastronomici che offriranno prodotti tipici della Terra d’Irpina, come il caciocavallo impiccato, salumi, miele e dolci. Sarà possibile passeggiare tra le vie del borgo e lasciarsi guidare dai profumi della stagione autunnale e dei suoi piatti tipici e scoprire la bontà della castagna montellese. PRANZO LIBERO. Nonostante le dimensioni contenute, lo speciale Borgo di Montella è famoso in tutta Italia per la sua deliziosa castagna, conosciuta in tutto il mondo, nonché per la produzione di tartufo nero. Nel 1987 la castagna di Montella ha ricevuto la Denominazione di Origine Controllata DOC e nel 1992 la Commissione Europea ha dato il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta IGP. Durante l’evento, molti artisti si esibiranno tra spettacoli di strada, sfilate, musica e divertimento. Tante anche le mostre e le esposizioni artigianali del posto che in qualche modo ci faranno tornare indietro nel tempo, nonché a contatto con la semplicità e la bellezza dell’Italia e delle sue tradizioni.
Rientro a Bari km 195 previsto in serata.

DOM 30 OTT 2022

Partenza da Bari per partecipare all’ XXIV Edizione dell’evento “Le Giornate Medioevali”. Un affascinante e consolidato appuntamento con la storia, un tuffo nel passato. il piccolo borgo lucano, Brindisi di montagna dal 1999, si veste di una magica atmosfera, si riproporranno suoni e sapori di un tempo, che aprono uno spiraglio sulla storia del Feudo di Brindisi di Montagna. Potremo vivere un’esperienza dal sapore antico, con spettacoli e rievocazioni. Gli artigiani torneranno a lavorare con strumenti antichi.
Visita guidata al Castello medievale Fittipaldi-Antinori del 1200. Un viaggio attraverso usi, costumi e curiosità, racconti, immagini e oggetti ci condurranno per mano nella storia di un periodo passato. Spettacolo di Falconeria. PRANZO LIBERO presso le locande del borgo. Assisteremo a spettacoli di magia itineranti, tamburini, tiro con l’arco, trampolieri, acrobati, musici, giullari e mangiafuoco. Potremo curiosare tra i banchi del mercato Medievale situati tra le vie del borgo. Corteo storico di nobili; cavalieri, nobildonne, armigeri, musici e giullari che partirà dal Castello in onore del Gran Signore Guidone de Foresta, arrivo in piazza Libertà. Rientro a Bari previsto in serata.

DOM 18 SETT 2022

Latronico Parco delle Terme
San Paolo Albanese

In mattinata partenza per Latronico PZ. Circondato dalla natura della Valle del Sinni ai piedi del maestoso Monte Alpi, LATRONICO, è uno splendido comune della Basilicata, situato nel Parco Nazionale del Pollino patrimonio UNESCO, gli insediamenti umani nel territorio sono presenti sin dal Mesolitico (circa 8000 a. c.), è noto per le Terme Lucane e per il Puntino ad Ago, una tecnica di ricamo unica nel suo genere, facendo di Latronico una delle Capitali italiane del Merletto. Il borgo antico è caratterizzato dalle viuzze di casette colorate e palazzi eleganti, in un’opera d’arte di forme e linee intrecciate. Tra le Perle di Latronico ci sono le rinomate Terme La Calda, uno stabilimento termale immerso nella vegetazione lussureggiante della campagna, in località Calda conosciuto sin dal XIX secolo. Le proprietà benefiche delle acque utilizzate erano note già molto prima, addirittura in età preistorica. Il Parco delle Terme dove al suo interno è presente “l’oasi del benessere”, suggestiva area caratterizzata da diverse cascate, e l’opera d’arte contemporanea denominata “Earth Cinema”, realizzata nel 2010 dall’artista Anish Kapoor.
Trasferimento a SAN PAOLO ALBANESE. Anch’esso situato nel Parco Nazionale del Pollino. E’ attualmente il comune più piccolo della Basilicata. Nato da coloni albanesi nel XVI secolo, per scampare alla dominazione turca in Albania, difende ancora oggi il patrimonio linguistico d’appartenenza, l’arbëreshë l’albanese antico, e quello religioso, il rito bizantino, ai costumi, e alle tradizioni (soprattutto nel rituale matrimoniale e funebre). San Paolo Albanese sembra quasi un luogo fatato, dove il tempo si è fermato. Il centro storico è caratterizzato da case a schiera, che si sviluppano quasi incastrandosi l’una dentro l’altra, architetture che rimandano probabilmente agli antichi centri della Morea albanese. Rientro a Bari previsto in serata.